CHOOSE YOUR LANGUAGE
follow us

Selezione della sorgente e della corrente nel processo di saldatura

4 jan. 2021
0
saldatura elettrodo MMA

Nel processo di saldatura è una fonte di energia molto importante, ma non meno importanti sono utilizzati elettrodi e filo di saldatura. Elettrodi e fili di buona qualità ci permetteranno di ottenere una saldatura di buona qualità, influenzeranno l’efficienza e la sicurezza del nostro lavoro.

saldatura ad elettrodo

La saldatura con elettrodi rivestiti (MMA) è un metodo universale che ci permette di saldare pezzi sottili e spessi in varie condizioni. Siamo in grado di saldare molti metalli e leghe diverse in qualsiasi posizione. L’elettrodo avvolto è costituito da un’anima metallica rivestita da uno speciale involucro, dove il suo spessore può variare. Distingueremo tra elettrodi a rivestimento sottile, medio e spesso dove lo spessore del rivestimento è rispettivamente del 20%, 20-40% e oltre il 40% del diametro dell’anima.

Elettrodi per lagging (R) – gli elettrodi più popolari per uso generale. Sono facili da usare, relativamente efficienti e consentono di saldare in quasi tutte le posizioni tranne che in verticale dall’alto verso il basso.

Elettrodi con lagging alcalino (B) – permettono di ottenere ottime proprietà meccaniche delle saldature grazie all’elevata plasticità della massa fusa, anche a basse temperature. Possono essere saldati in tutte le posizioni tranne che in verticale dall’alto verso il basso.

Elettrodi avvolti in cellulosa (C) – permettono di saldare in condizioni di installazione difficili sul campo. Possono essere saldati in tutte le posizioni, specialmente verticalmente dall’alto verso il basso.

Elettrodi con ritardo acido (A) – permettono di ottenere saldature con facce lisce, piane e con proprietà meccaniche medie. Possono essere saldati nelle posizioni inferiori, laterali e condizionali in posizioni forzate.

elettrodi speciali – oltre ai tipi di ritardanti sopra menzionati, sono disponibili anche ritardanti speciali: RA – Lagging acido rutilico, RB – Lagging alcalino rutilico, RC – Lagging di cellulosa rutilica, RR – Lagging spesso rutilico.

Paton offre elettrodi per la saldatura manuale ad arco: universale di nuova generazione “ELITE”, per la saldatura di acciai al carbonio e non legati ANO 4, ANO 21, ANO 36, UONI 13/55, per la saldatura di acciai altolegati CL 11, OZL – 8.

Gli elettrodi “ELITE” Paton sono stati sviluppati congiuntamente dai maggiori esperti di Paton e Paton Ukraine IES DZU IES e Paton IES. Soddisfano i migliori standard mondiali e sono adatti alla saldatura in tutte le posizioni, sia per principianti che per professionisti.  In condizioni di stoccaggio normali, non necessitano di riscaldamento prima della saldatura. Gli elettrodi “ELITE” sono progettati per la saldatura manuale ad arco di strutture in acciaio ordinarie ed esigenti con un basso contenuto di carbonio non superiore allo 0,25%. Hanno ridotto la tossicità dell’elettrodo di saldatura a spruzzo, in modo da consentire la saldatura in spazi chiusi senza l’utilizzo di speciali apparecchiature di ventilazione.

Mettere gli elettrodi per saldare il Paton “ELITE”.

Elettrodi ANO 4, progettati per la saldatura di raccordi, saldature di testa e foro per metalli da 3 a 20 mm. Adatto alla saldatura di strutture in acciaio a basso tenore di carbonio, sia ordinarie che importanti. Utilizzato per saldare giunti di tubi dell’acqua non rotanti. Gli elettrodi da Ø3 e Ø4 mm sono adatti per la saldatura in tutte le posizioni spaziali ad eccezione di quella dall’alto verso il basso; gli elettrodi da Ø5 e Ø6 mm sono adatti per la saldatura dal basso nei piani orizzontale, verticale e verticale verso l’alto.

Gli elettrodi ANO 21 sono utilizzati per la saldatura di raccordi, saldature di testa e di sovrapposizione e fori metallici da 3 a 20 mm. Sono adatti alla saldatura di normali e importanti strutture in acciaio a basso tenore di carbonio con un contenuto di carbonio non superiore allo 0,25%. Sono utilizzati per la saldatura di giunti non rotanti di tubi non rotanti per acqua a bassa pressione e gas. Elettrodi Ø3 e Ø4 mm, adatti alla saldatura in tutte le posizioni spaziali. Gli elettrodi Ø5 e Ø6 mm sono adatti per la saldatura in basso, orizzontale, verticale e verticale verso l’alto.

Gli elettrodi ANO 36 consentono di saldare a bassissima corrente – ideale per l’uso domestico. Sono utilizzati per saldare strutture ordinarie in acciaio a basso tenore di carbonio. Utilizzato per saldare giunti non rotanti di tubi dell’acqua a bassa pressione e del gas. Sono adatti per saldature angolari, giunti di testa e di testa e giunti con fori metallici da 2 a 15 mm. Gli elettrodi sono adatti alla saldatura in tutte le posizioni spaziali.

Elettrodi UONI 13/55, utilizzati per la giunzione di metalli in cui sono richieste maggiori proprietà di plasticità e resistenza alla saldatura in condizioni climatiche difficili. Sono particolarmente adatti per la saldatura di strutture responsabili che operano sotto carichi dinamici a temperature negative fino a -40°C. Sono adatti alla saldatura di metalli con uno spessore da 3 a 30 mm. Gli elettrodi sono progettati per la saldatura di acciai al carbonio e non legati, ad esempio nell’industria navale. Possono essere utilizzati per rimuovere i difetti di fusione. Gli elettrodi sono adatti per la saldatura in tutte le posizioni spaziali, ad eccezione di quella dall’alto verso il basso.

Gli elettrodi CL 11 sono progettati per saldare prodotti in acciaio al cromo-nichel resistente alla corrosione che operano in ambienti difficili a temperature fino a 400°C, quando le saldature dei metalli sono necessarie per soddisfare i severi requisiti di controllo della corrosione intergranulare. Gli elettrodi sono adatti per la saldatura in tutte le posizioni spaziali, ad eccezione di quella dall’alto verso il basso.

OZL – 8 elettrodi, utilizzati per la saldatura di prodotti in acciaio al cromo-nichel resistenti alla corrosione e operanti in condizioni difficili, quando la saldatura del metallo deve soddisfare i severi requisiti per combattere la corrosione intergranulare. Gli elettrodi sono adatti per la saldatura in tutte le posizioni spaziali, ad eccezione di quella dall’alto verso il basso.

Ci sono molte aziende sul mercato che producono filo per saldatura MIG / MAG. La scelta del filo di saldatura per le saldatrici MIG/MAG dipenderà dallo spessore del materiale e dalla posizione di saldatura, i più diffusi sono fili con diametro di 0,6 mm; 0,8 mm; 1,0 mm; 1,2 mm; 1,6 mm; 2,0 mm. Se saldiamo elementi più spessi il diametro del filo dovrebbe essere maggiore, diametri più piccoli ci daranno una maggiore densità e profondità di fusione.